Pubblichiamo ora i disegni che riguardano le prime varianti fatte al fabbricato. In figg. 1a e 1b si vede quella del 1900, consegnata, come dalla data del bollo, il 1 maggio 1900. Interessa essenzialmente il salone e l’attuale aula dei “rossi”. Nella fig 1b si vede la vista dall’interno del cortile, con una scala di accesso al corridoio che ora non esiste più, mentre è rimasta quella del salone.

Mentre nelle figg.2a e 2b c’è un progetto non realizzato, con un’altra aula nel salone, un “ricreatorio” che comprendere l’attuale sezione degli azzurri.

Nel progetto del 12-12-1910 delle figg. 3a e 3b, la facciata esterna è come l’attuale, a meno della scala verso l’attuale aula degli azzurri che non c’è. Si vede chiaramente in rosso la parte di nuova costruzione: l’attuale sezione Primavera, la sezione azzurra e una parte del salone lato via Volvera. Si vede anche la scala che dava accesso al terrazzo sopra al salone di via Volvera non più esistente.

L’Asilo, anche come fabbricato, è stato da sempre una realtà dinamica che si è saputa adattare alle esigenze. Tanti progetti, alcuni realizzati ed altri rimasti sulla carta per motivi diversi, a partire da quelli economici, ma sempre con l’idea di migliorare il servizio. Abbiamo trovato il capitolato del 1932 per “la costruzione di una copertura per tettoia destinata al riparo di scuola all’aperto”, che in seguito è diventato l’attuale salone di via Volvera. C’è anche un progetto di sopraelevazione, di qualche anno successivo, mai realizzato.

La speranza è che l’Asilo continui con questo spirito di servizio e sappia trovare idee e risorse per rinnovarsi e stare vicino alla realtà.

Fig. 1A

Fig. 1B

Fig. 2A

Fig. 2B

Fig. 3A

Fig. 3B